THE BEAST OF TENEDLE

by Tenedle - Demo Songs

/
1.
2.
3.
4.
04:29
5.
04:55
6.
7.
8.
04:39
9.
04:43
10.
11.
12.
02:34
13.
04:00
14.
04:06
15.
16.

about

Music & Lyrics by TENEDLE
Produced by TENEDLE
Songs from demo works:
Esperienze visionarie 1997
Fucsia 1999
Smulltronstaellet 2000
Grancassa unreleased songs 2008-2010
Vulcano unreleased songs 2012-2014
Other "Lost" demo songs....

www.tenedle.com

credits

released January 5, 2010

tags

license

all rights reserved

about

Tenedle Amsterdam

Songwriter producer performer and writer, born in Florence (It) , but now lives and works in Holland. From the second half of the eighties, Tenedle was a member of the italian electronic new wave. In 2010 TENEDLE released his last album GRANCASSA.
Alongside the new album Tenedle is touring with his new performance EGOCENTRIFUGO.
Actually working on his new album

info : www.tenedle.com
... more

contact / help

Contact Tenedle

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Track Name: Tutti gli altri
Quando hai bisogno di stare con te
senza guardare e ascoltare
niente
quando non chiedi e non cerchi di piu’
ecco che arrivano tutti
gli altri

Sanno le cose che pensi e che vuoi
come ti muovi e perche’
sei triste
quando non chiedi e non cerchi di piu’
ecco che arrivano tutti
gli altri
tutti gli altri
tutti gli altri
Strano sentirsi non come gli altri.
Track Name: La paura vinta
Giochi con le streghe scrivendo perche’
loro non si giochino di te
la paura vinta ce l’hai ancora in fronte
come la marea ti bagna
e si allontana a onde

Costante nel ritmo
in quei pomeriggi
nei giorni in cui all’alba
credevi di aver vinto

Giochi con le streghe scrivendo perche’
loro non si giochino di te
la paura vinta ce l’hai ancora in fronte
come la marea ti bagna
e si allontana a onde
Track Name: Giorno Libero
E’ solo un giorno libero
ci organizziamo per uscire un pò
Muoversi ci dicono
sia l’occasione per accorgersi
di essere qualcosa che
non fa semplicemente numero
esci di domenica
e avrai a che fare coi tuoi simili
eppure c’è qualcosa in me
che mi fa stare in casa.
Vieni a farti visita
sarai felice di imparare qui
l’aria che respiri tu
non puoi lasciarla respirare a chi
sfila in fila alle altre miss
nella parata delle vanità
entra per l’oracolo
ed esce sempre più ridicolo
c’è ancora qualche cosa in me?
non riuscirò a dormire.
C’è qualche cosa dentro me
che io non so spiegare
e tutti ne discutono
illuminati? non so bene se
senti come parlano
ma non c’è tema su cui scrivere
sfiorano la verità
che poi la radio irrompe e trucida
è solo un giorno libero
nessun impegno psico-fisico
c’è ancora qualche cosa in me?
non riusciro a dormire.
Track Name: Psicosonno
Nella nebbia del mio sonno
non mi vedo ritornare
e non provo più sentimento
ne l’istinto di avere
il dottore non sa
che io cammino da ore
calpestando carcasse
lungo un lungo pontile
e non vedo più riva
e non vedo più niente
ma non mi sento per questo perduto
come dice lui.
Sono sempre da solo
e non incontro nessuno e niente
nessuno e niente mi disturba
nel volo. - See more at: http://www.tenedle.com/testi/fucsia/psicosonno/#sthash.vuhD08oZ.dpuf
Track Name: Leep Nosi
Se un giorno riuscirò ti regalerò le mie visioni
tu non le umilierai
non le darai via
le custodirai
e dormirò fino a che il tempo avrà cambiato tutto il mondo
tu non mi sveglierai
non mi muoverai
mi saprai cullare
così io viaggerò e quando tornerò sarai sempre qui
ad aspettarmi
nelle tue mani

Navigherai
come è vero che tempeste buie
cercheranno di affondarti giù
negli abissi più profondi tu
conoscerai l’altra metà
delle cose che l’inconscio vede
ti guiderà Leep Nosi

Se un giorno riuscirò ti regalerò le mie visioni
tu non le umilierai
non le darai via
le custodirai
e dormirò fino a che il tempo avrà cambiato tutto il mondo
tu non invecchierai
non vedrai mai più
delle cose ingiuste
e ancora io viaggerò e quando tornerò sarai sempre qui
potrò toccarti con le mie mani.

Navigherai
come è vero che tempeste buie
cercheranno di affondarti giù
negli abissi più profondi tu
conoscerai l’altra metà
delle cose che l’inconscio vede
ti guiderà Leep Nosi.
Track Name: Piccola foto ricordo
Piccola foto ricordo scattata da me tempo fa
sono i ricordi che hai addosso che ti stringono di più ora
tutti gli amici vicini
hanno preso lontani sentieri
ci ritroveremo a fumare su un monte di ieri.
Viali di lettere d’oro scolpite nel marmo
io cammino
Cerco una data in comune per darmi risposte poco serie
Penso agli orrori dell’uomo e agli specchi in cui ci si riflette
ai santi ai malati ed ai morti
a chi ha un nobile cuore.

Un ricordo
mi stordisce il profumo dei fiorni
c’è qualcosa che ho già conosciuto
ma non so cos’é
Stò crescendo e mi stanno crescendo le ali S
io vorrei rimanere al tuo fianco
spero ancora un pò.

Piccola foto ricordo mi parla di te
come stai?
sotto le ombre degli ice-berg ti penso e anche tu pensi a me
curve semafori dossi
ci hanno spesso minato i percorsi
un ciglio che batte
una scena mi sembra già vista
Piccola foto ricordo
manda messaggi spontanei
entra ed istaura un rapporto
e quando la carne è importante si è già putrefatta.

Un ricordo
mi stordisce il profumo dei fiorni
c’è qualcosa che ho già conosciuto
ma non so cos’é
Stò crescendo e mi stanno crescendo le ali
io vorrei rimanere al tuo fianco
spero ancora un pò.
Track Name: Pensando ad altre cose
Cosa chiederei a una farfalla
se parlassimo la stessa lingua
forse ora…
ma la montagna che non ho scalato
si fa più nera e mi oscura gli occhi
io che ho falciato camminando i fiori
pensando ad altre cose.
Forse griderò il tuo nome
se mai un giorno arriverò alla cima
ma ho paura
se la risposta fosse solo un eco
e le parole la mia unica provvista
avrei percorso la strada invano
perdendoti per sempre

Ammesso che io riesca so
che non avrò mai indietro no
la mia scatola di orgoglio
ti giuro non la cercherò
tu mi hai insegnato a vivere
ed io rido anche se
vivere mi da dolore

Forse griderò il tuo nome
se mai un giorno arriverò alla cima
ma ho paura
se la risposta fosse solo un eco
e le parole la mia unica provvista
avrei percorso la strada invano
perdendoti per sempre
Track Name: Hotel room
Ho cambiato spesso casa
Osservando i miei vicini
Ogni volta nuova vista
Nuovo panorama
Nuovi buchi nei calzini

Hotel room

Cambieremo un’altra volta tutto
Nuovi posti ai mobili e alle cose

Cerco sempre unaa camera d’albergo in ogni città
Che abbia la vista un po di prospettiva sul futuro
Il mio futuro
E quanta gente mi delude
Quanta ne ho delusa io

Corrono veloci i miei sentimenti
Oggi sono un po più assenti
Non riesco a conservare le cose che amo
Lo sento se ne vanno piano

Hotel room

Scivolando sul bicchiere
Volò giù dalla finestra
Sopra il marmo lucidato
Si senti un boato dalla hall
Track Name: L'inferno
Mi hai lasciato credere
Di poter resistere
Mi sentivo forte
Ma prima di chiudere tutto dentro un pugno
Forse un giorno ti ucciderò

La mia sola compagnia sono le ore piccole
Tu eri un passatempo
Ma solo un idiota può
Con il sole alto
Non vedere che è giorno

Il tempo non passa più
I piatti non volano
Qualcosa non torna

Mi manca il tuo odore
Tenero genio
Le tue cose inutili

Quanti oggetti intorno a me
Tolgo la tua assenza con l’aspirapolvere
Mentre per l’anima le ho provate tutte
Non c’è niente da fare

Colore e lana in acqua fredda
Un inverno per pensarci
Fai fai pure io non ho fretta
All’inferno io so starci

Il tempo non passa più
I piatti non volano
Qualcosa non torna

Mi manca il tuo odore
Tenero genio
Le tue cose inutili
Track Name: Disinkantesimo
Un fiume di niente che smuove nuove bugie
la sua corrente di idioti e loro idiozie
E’ tutto cosi “deciso” qui
non posso piu’ tornare indietro e a casa ho
Libri mai letti avrai tutto il tempo per te
ogni due passi una corda stretta forte
l’eutanasia del mondo
o sia la fine
e’ una simbiosi di belle speranze

Se penso a come nasce e si trasforma un uomo
nessun embrione e`immune alla sua condizione
ma il vento spinge contro smuovendo i suoi batteri
qualsiasi embrione nasce e gia’ il suo percorso e’ scritto

Pensati forte dove ti vuoi vedere
ma guardati bene da un facile pensare
le grandi idee, i grandi falo’
parlare e non riuscire mai a dire

Se penso a come nasce e si trasforma un uomo
nessun embrione e`immune alla sua condizione
ma il vento spinge contro smuovendo i suoi batteri
ci scaraventa altrove sarà obbligato al moto

E intorno a lui gli uomini scorreggiano poesie
vortici vertigini e’ un mondo di centrifughe impazzite

Se penso a come nasce e si trasforma un uomo
nessun embrione e` immune alla sua condizione

Il bene e il male nel dna paura
e piu’ non vuoi e piu’ ne avrai
ritornero’ mi rivedrai
Track Name: Esercizi difficili
Ti distendo e guardi su
Le pupille si dilatano
Muovi le tue palpebre
Simulando assenze
Veglio su di te

Scopre molte cose in più
Srlotolando le tue nuvole
Non c’è un cielo limpido
Ma nel vuoto il sogno sembra vero

E ti tortura il dubbio che hai
Di tornare in te o slegarti via da te
E ti addormenti sempre
Prima di scoprirlo

Brazil Brazil
Pappa-ppai-ra –pappairà-rà
Brazil Brazil
Pappa-ppai-ra-rà-rairà
Track Name: Ombrelli
Candido di nuvole
Fischia un trio di flauti che
Pungono la verità
Versaci le attese giù

Io non so che cosa sono
Ma sono qui per chiedere
E succhierò le spugne
Pur di nutrirmi e bere

Pioggia le passioni addosso a questi ombrelli
Sventola i palloni e mescola i cartelli
Spremi l’amore ma scuoti il mio umore

Il succo di qualcosa che mi dia conforto
Ho i lividi distesi fuori e dentro il corpo
Cerca di avere pietà per chi vive a metà

Candido di nuvole
Fischia un trio di flauti che
Pungono la verità
Versaci le attese giù
Track Name: Teatrino
Un nuovo uomo
Ma se ti servi di un'idea ricorda come nasce
Da dove viene
Un nuovo uomo
Fecondare è facile ma devi fare crescere
Non unbriacarlo

Un viola straboccante un cipria
Non trovo altro che sia come me
Ma è in voga

Che bella varietà di scelta ho
Milioni di cappelli solo blu
Per tutti

Un nuovo uomo
Sarà ancora uguale a se
O come quello vecchio
Lo scenario che sognai
Le pecore i pastori i cani
E tu che fai
In un teatrino demodé
indossi il tuo bel costumino decolté
Pronta a ripetere la parte se la sai
Ripetila con me

Che bella maschera
Che entrino pure gli altri
Track Name: Formiche
Spingo un’altalena senza alcuna volonta’
lascio dondolare la mia testa vuota
l’erba dei propositi e’ cresciuta intorno a me
e sento il desiderio di non fare niente
lingue di bovino ritoccate dal make-up
posano per ore con il culo al vento
l’ombra e` senza forma e dietro un uomo che non c’e’
mi pento se ho pensato di cambiare il mondo

Seguo una lunga fila di formiche
di nuvole che si evolvono
mentre l’uomo va ancora in cerca dei suoi numeri
da individualista
ma il mio pensiero va aldila’

Tutto il mondo gira con la stessa sincronia
su case capovolte piove controverso
ma viste dallo spazio le citta’ diventano
fragili alveari e le persone...
solo piccoli insetti

Seguo una lunga fila di formiche
di nuvole che si evolvono
mentre l’uomo va ancora in cerca dei suoi numeri
ma il mio pensiero va aldila’.
Track Name: A casa ovunque
Cambio di stagione addosso a me
Perdo le mie piume
Le ultime
E non so se è meglio fingere
O prepararsi in tempo
Sei tu sei sempre tu
Che mi fai sentire a casa ovunque
Senza te cerco te
Ma non riesco ad amarti e a non farti male

Freddo siderale
Ancora non mi basta
Per considerare di essere egoista
Sento che ho perso troppe cose lungo la strada
Viaggio e riesco a non sentire il dolore che fa
Sento che ho perso troppe cose lungo la strada
Viaggio e riesco a non sentire il dolore che ciò mi da

Torna questa casa aspetta te
Dimmi quando quando tu verrai
Le cose che ho imparato
Vorrei condividerle con te
Sei tu sei sempre tu
Che mi fai sentire a casa ovunque
Senza te cerco te
E non riesco a trattarti come una qualunque

Freddo siderale
Ancora non mi basta
Per considerare di essere egoista
Sento che ho perso troppe cose lungo la strada
Viaggio e riesco a non sentire il dolore che fa
Sento che ho perso troppe cose lungo la strada
Viaggio e riesco a non sentire il dolore che ciò mi da
Track Name: L'uomo visto dall'altezza di un cane
Aiutami a non perdermi lungo la strada
Fai luce sulla mia visuale
Estendi le mi facoltà
Non riesco a ridere della mediocrità di questo cabaret
La familiarità con questa realtà mi rende inquieto

Resto ad osservare come appare un uomo
Visto dall’altezza del suo cane
Cos’è che mi fa ritornare in me

Le cose che si muovono le vedi solo tu
Ma quando infine piovono
Non puoi fermarle più

Il mondo è strano
Io sono un genio
Un fiore spontaneo
L’ultimo
Normale per me
Speciale per te
Per farti più dolce il sangue

Il salto nel blu
Una sorpresa
La luce che resta accesa
su un mondo ostile
Violento e vile
Qualcosa di universale

Aiutami a disctinguere
Sempre con umiltà
A prendere le cose come
Da un'altra vita