THE BEAST OF TENEDLE

by Tenedle - Best of 2005-2015

/
1.
03:06
Sono stato ad un picnic Lungo quasi un secolo Attirato dall’idea Di conoscere l’umanità Tutto quanto molto chic L’ombra della Wardenclyffe E’ bastato un attimo Per capire cosa sia il genio Sparire e riapparire altrove In mille altre città’ contemporaneamente Non essere mai stati un giorno insieme E amarsi alla follia Vieni e siediti con me Pane e raggi cosmici Conta dire di esserci Baciami qui E materializzarsi ovunque si desideri Per la rivoluzione E trasformare un sogno in una storia Da leggere a scuola La mia scimmia che ride davanti alla mia tv Sono stato ad un picnic Lungo quasi un secolo Attirato dall’idea Di conoscere l’umanità
2.
04:35
Io stò bene Chi si preoccupa? Vi stupirò Sono guarito A volte mi legano per un pò Ma ormai so che vogliono solo Farmi paura Dove vado Quando non sono qui Vengo da te Che non mi aspetti Se cerco qualcosa di inutile Nell'aria c'è Faccio un salto fuori e grido E tutti i miei amici arrivano Io stò bene Fatemi andare via Non parlo più Sono più buono Tenetevi le mie idee Tenetevi le mie manie Da tutti questi buchi entra la luce E ancora non vedete chi io sono Però sto bene Fuori visione Purché ogni sogno sia Un_invenzione Senza memoria ho soltanto dei lampi Di ossa nascoste in un orto E fanfare e campane Aeroplani che sganciano bombe Poi pane E non ho mai deciso Se andrò in paranoia O in paradiso.
3.
I suoni nell’etere ti prendono in giro “Chiamami subito” e non ti rispondono Ci sono i giorni in cui le onde atmosferiche Non ti trasmettono piu’ niente La notte e’ profonda l’oceano e’ pacifico I cani che abbaiano non sanno che ora e’ Qualsiasi tempo sia nel buio non conta Passa il dolore e la distanza Le nuvole nere Che oscurano il giorno Lo fanno da sempre I fiori ricrescono Che storia orribile Riesci a pensare se Domani accadesse a te Sembra di vivere sospinti dal vento Devi sorridere nelle fotografie Quante banalita’ deserti aridi Fuori tonalita’ vai avanti Le nuvole nere Che oscurano il giorno Lo fanno da sempre I fiori ricrescono Che storia orribile Riesci a pensare se Domani accadesse a te
4.
03:45
Io e te dentro siamo due isole Fuori il mare è nero Da quando sono al mondo mi sembra un inferno So che per te è uguale Hikikomori Essere soli fingersi liberi In un centro commerciale Da quando sei entrata ho qualcosa per cui sognare Non posso più lasciarti andare Hikikomori Lo so che anche tu hai paura e prima di uscire è meglio farsi soli In un mondo virtuale La personalità in prigione ma il tempo vedrai ci darà ragione Il mondo cambia inevitabilmente e cambia in fretta Hikikomori Dentro la mia stanza oggi è il mio compleanno Non mi serve niente Mia madre mi accudisce mio padre ubriaco Mi costruisce un ponte Hikikomori
5.
04:40
Santi numi ! E che diamine ! Stavo in pensiero senza pensare a niente O forse a niente di serio Stavo in pensiero Mettersi in salvo fermo restando tutto L’aria che tira è forte Tira davvero Siamo già pronti per il teletrasporto Mentre in camere accanto alla nostra C’è chi ancora osa morire di fame Roba dell’altro mondo Santi numi ! E che diamine ! Stavo in pensiero senza pensare a niente O forse a niente di serio Stavo in pensiero Mettermi in gioco era la mia passione Mettermi in discussione non c’è più fuoco Alzarsi partire Tornare al via In conclusione e non per partito preso Ho preso una decisione Cambiare aria Santi numi ! E che diamine ! Alzarsi partire Tornare al via.
6.
E non c’è più limite ai tuoi sogni Il mondo è ai nostri piedi La vita si immagina Mentre la realtà inventa favole Piove forte e ciò che aveva senso è niente Puoi disimparare tutto Ed imparare nuovamente Se ti senti strana è solo un bene E' solo un endorfina E se ti vengono i brividi Quando ripensi a noi due E alle distanze impossibili Che ci dividono Un colpo e si apre in silenzio la porta del corpo E si sente il rumore del sangue che scorre Estetica e fisica sono leggi Ma questo è un altro mondo Soltanto la chimica Ci solleva oltre le nuvole Sesso in assenza di forza di gravità Con il corpo e con la mente Con estrema dedizione Niente che sia urgente fare E' ora di ricreazione E se ti vengono i brividi Quando ripensi a noi due E alle distanze impossibili Che ci dividono
7.
Più cose hai e più ne chiedi Più cose hai e più mi perdi La mia casa è in fiamme La mia schiena è a pezzi Ma una parte di me È nelle cose infinite Che tu non sai vedere Non ti lascio niente da tenere Più cose hai e più ne chiedi Più cose hai e più non stai in piedi Io sono ottimista E detto senza offesa Con o senza di te È per le cose infinite Quelle da imparare Che il mio basso ventre vuol vibrare Più cose hai e più ne chiedi Più cose hai e più non ci credi Tutti i tuoi capricci Sparsi per il mondo Con la fame che c’è È per le cose infinite Quelle mai compiute Che una vita merita salute
8.
C'è gente per cui è sempre il 32 dicembre L'encefalo incelofanato e i crampi nel palato Poi un giorno arriverà la fine e tutte quelle proteine Accumulate per l_attesa E' l'ultima ripresa Ignora convenevoli frasi di circostanza Tralascia il lato che ti mostra chi ti si presenta Dovrai guardarti dagli amici e non fidarti degli elogi Ai vincitori sorridenti Osserva bene i denti Prendi le botte Incassa la sorte E prima di andar via Stringi le mani Saluta e domani Mostra che sei tu il più forte Delle persone alte più delle montagne Riscontra soprattutto come fanno a stare in piedi Perchè il rimorso più profondo del cratere più rotondo E' un equilibrio elementare Che dobbiamo sopportare Prendi le botte Incassa la sorte E prima di andar via Stringi le mani Saluta e domani Mostra che sei tu il più forte
9.
Che cosa c’è meglio di te Che assisti a tutti i miei incontri di boxe Senza non so se riuscirei A mettere fine al disordine Molto tempo fa Di nascosto Ci incontravamo già Ma in un altro posto Che mondo è La mia storia Faccio esercizi di memoria Quando sono giù Guardo in alto Non riesco a credere Tutte queste stelle Invisibili e mai assenti Se dio esiste o no Qualche volta è….. La terra è il mio pianeta Ma spesso qui mi sento alieno Senza guerre non si danno pace Trovo pace con una preghiera Chi si fa pregare non mi piace Guardo gli astri Ho un grande telescopio Molto tempo fa Di nascosto Ci incontravamo già Ma in un altro posto Quando sono giù Guardo in alto Non riesco a credere Tutte queste stelle Invisibili e mai assenti Se dio esiste o no Forse è importante
10.
04:00
Ogni cattivo pensiero è un mostro Prende la forma che tu gli vuoi dare Sentirsi soli è una brutta scusa No si abbandona così ciò in cui credi Vai lentamente Controcorrente È uno stato mentale Stai con la tua mente In un mondo ideale Niente di ciò che ti accade è un trucco Anche se a scegliere non sei sempre tu C’è un parafulmine su ognuno di noi Tornano indietro i tuoi lampi di genio Vai lentamente Controcorrente È uno stato mentale Stai con la tua mente In un mondo ideale Stai nel tuo ambiente con la tua gente E quando sembra irreale Stai con la tua mente In un mondo ideale Ogni cattivo pensiero è un mostro Prende la forma che tu gli vuoi dare Sentirsi soli è una brutta scusa No si abbandona così ciò in cui credi
11.
La scia di una cometa sparge amore da un altro mondo Si posa sul pianeta dell'orrore ormai moribondo Non mi ricordo un solo momento di pace La scia di una cometa sparge amore da un altro mondo Se ne andrà lasciandoci non durerà per sempre Morirai sognandola e invece di cercare acqua altrove cercate amore La scia di una cometa sparge amore da un altro mondo si posa sul pianeta dell'orrore ormai moribondo Non c'è mai stato un solo momento di pace La scia di una cometa sparge amore da un altro mondo La scia di una cometa sparge amore da un altro mondo Si posa sul pianeta dell'orrore ormai moribondo Se ne andrà lasciandoci non durerà per sempre Morirai sognandola e invece di cercare acqua altrove cercate amore La scia di una cometa sparge amore da un altro mondo Si posa sul pianeta dell'orrore ormai moribondo.
12.
Dormo sotto l’ala del tempo Felice in un corpo scontento Chiedi dove sono i poeti E svegliami Vedi Riesco a stare in silenzio Mentre questo mondo mi uccide Io qui La mia anima altrove Dove vuoi Strano Non li sento piu Tutti questi piccoli insignificanti esseri Che rendono un inferno vivere Il sangue degli uomini Sul cuore del mondo Il tempo dei sogni ormai è finito E non è arrivato mai Lontano da qui
13.
Madre nervosa e figlia fatta Sabato escono Probabilmente a fare “shopping” L’autobus pieno deodoranti Si aprono i saldi I primi del primo giorno a spendere Trovano cosa cercano di corsa Una soddisfazione dietro l’altra E i desideri e le armi in buste enormi Cosa si inventa prima del suicidio Poveri cristi isterici turisti Inutilmente al passo con la moda Tentano di salvare i resti I pezzi di una famiglia immersa nella jungla Ma cosa si inventa prima del suicidio In america si gonfia il resto è solo CNN La domenica mi sembra un sogno E ingrasso ottanta kili Ma è una musica strana Copre i lamenti Schiavo costretto a lavorare Povero instabile I piedi cresciuti trai rifiuti Poveri cristi isterici turisti Inutilmente al passo con la moda Tentano di salvare i resti I pezzi di una famiglia immersa nella jungla Ma cosa si inventa prima del suicidio In america si gonfia il resto è solo CNN La domenica mi sembra un sogno E ingrasso ottanta kili Ma è una musica strana Copre i lamenti.
14.
04:02
Di mattina mi sveglio e mi faccio il caffe’ Mi piace! Mi aiuta a stare su Non riesco farne a meno sai Io ho un carattere debole Non esco mai di casa senza la pistola Due file di prozac Non posso affrontare il male Senza ritalin Dopo un’ora di lavoro ho bisogno di una pausa Mi rinchiudo in un armadio con le mie pillole rosa Io ho i miei traumi da attenuare Contro i tremiti eccessivi Dextranfetamine per performance celebrali Per restare sveglio fino a 88 ore E di sera distrutto ritorno da te Che mi sorridi non parli e siedi Fra le mie quattro mura io sono il re Del mio reality after show Mi fai dimenticare quasi senza viagra Gli attacchi di panico Un uomo di un’altra era Un uomo chimico L’importante è fare soldi la tua isola comprare Navigare fuori rotta io detesto lavorare Dopo un’ora di lavoro ho bisogno di una pausa Mi rinchiudo in un armadio con le mie pillole rosa Io ho i miei traumi da attenuare Contro i tremiti eccessivi Dextranfetamine per performance celebrali Per restare sveglio fino a 88 ore Vado in crisi di astinenza Il mio clone è un’immorale Dextranfetamine per performance celebrali Per restare sveglio fino a 88 ore
15.
Lascia tutto come è ora Disordine incluso Domani getterò le cose che oggi uso Non so dove sarai Quando improvvisamente Il muro della diga crolla e l’acqua arriva Ma ora ferma Sto sognando che Ciò che sento e che vedo Sta accadendo In un’altra dimensione stai cercando senza spiegazione e stai vagando e perdi la ragione ed il momento sfugge Ed è uno su un milione Ma ora ferma Sto sognando che Ciò che sento e che vedo Sta accadendo La mia mente riesce a immaginare un luogo dove riposare Senza bene e senza male Ma ora ferma Sto sognando che Ciò che sento e che vedo Sta accadendo Le montagne dividono persone Ma i muri li fa il tempo Già ieri è insormontabile Ed è un abisso di amore che ci fu E che non c’è più La mia mente riesce a immaginare un luogo dove riposare Senza bene e senza male Voglio fermarla non voglio andare Voglio tornare indietro
16.
04:07
17.
Suona le campane Vai da Dio Ma spera che lui non ci sia Cosa suonano? Niente sembra in ordine E’ giorno Ma che giorno è? Gli echi di un inquisizione Che chiamano una terapia Mentre bruciano Quanta educazione Non c’è niente da ridere L’uomo e la sua crudeltê Da sempre a spasso insieme Più il male che il bene Fanno rumore Dentro la mia mente queste Bibbie luminose accese che Ci confondono le idee E temo ancora l’ignoranza Perchè genera paure stupide E odio Fuori è solo un corpo come il tuo Sgraziato e dispiacevole Un ivolucro Soffoca l’essenza Ma che importa cosa sembra? Forse un pò di bene c’è Non fatelo marcire al buio Disvenire in se Fanno rumore Dentro la mia mente queste Bibbie luminose accese che Ci confondono le idee E temo ancora l’ignoranza Perché genera paure stupide E odio.
18.
Eccoti di nuovo qui in castigo Ti costringono a pregare E' per il tuo bene Chiedi scusa! cambia vita! giura! Non esiste un’altra uscita Sei un’immatura Sono infantile Credo nei sogni e questo mi salvera’ Ma i sogni fanno posare le mosche sul dolce Leggere osservare ed ascoltare Sempre in cerca di qualcosa Cosa c’e’ di male Ma ogni tempo brucia le sue streghe Con la scusa di radici Sola e senza amici Mama ricorda papa’ perdono Il resto lo hai scritto in blu Io non ho mai voluto ferirvi Come si può ignorare l’aurora boreale Prima di dire qualcosa provate a sentirvelo dire dagli altri Provate Prima di addormentarvi cercando chi può salvarvi C’è da salvare qualcuno vicino che non chiede aiuto Ma forse è già tardi Mama ricorda papa’ perdono Il resto lo hai scritto in blu Io non ho mai voluto ferirvi Sono infantile Credo nei sogni e questo mi salvera’ Ma i sogni fanno posare le mosche sul dolce tanti auguri!
19.
La vostra città Le vostre storie Si spostano da se Se osservo le nuvole Le stesse che un tempo lontano da qui Adesso mi cadono addosso implacabili E’ solo apparenza è solo rumore La differenza devo imparare Come si vive come si muore Come si cura il mio malumore La cura cura Il suono Cura! E c’è posta per dio Ma lui non è qui E ognuno prega il suo Ma nessuno lo ascolta Io cerco il senso del “rumorismo” E prego rinchiuso nel mio “mono-stereo” E’ solo apparenza è solo rumore La differenza devo imparare Come si vive come si muore Come si cura il mio malumore La cura cura Il suono Cura!
20.
03:38
Vive in America E' un uomo libero Parla con gli alberi C’è un grande spirito E mi sembra ieri ma è ora Molto prima del nuovo mondo Su un sentiero pieno di briciole Non c’è niente da aver paura Pow Wow Wa-kan Tan-ka Ti appare in sogno È appena realtà Poi ti risvegli E sei in piena guerra E bere lacrime Restare giovane Spedire i sogni a chi Nasce o rinascerà Siamo attratti da mostri orribili Mentre la bellezza ci sfiora Tutto questo mettersi in scena Senza avere niente da dire Pow Wow Wa-kan Tan-ka Ti appare in sogno È appena realtà Poi ti risvegli E sei in piena guerra
21.
Giro il mondo che gira con me E i piedi non sento più Ho viaggiato a bordo di ogni mezzo assurdo A nord ovest est e a sud Questo non è lo stato in cui mi cerco Anche se ancora non rinuncio al sogno Ogni incontro mi apre una via Diversa e possibile Come un pellegrino assetato divino Forse non c’è lo stato in cui mi cerco Anche se ancora non rinuncio al sogno Puoi nasconderti Travestirti Fare la peste Ma la realtà sa chi sei E c’è un viandante che viaggia con me Mi segue e non parla mai Lui sa cos’è lo stato in cui mi cerco E’ accanto a me per riportarmi a casa Puoi nasconderti Travestirti Fare la peste Lui sa chi sei
22.
Cerco la pace universale Seguo la stella popolare Ma è soltanto la copia della realtà E' soltanto la copia della realtà Sposto il mio letto in riva al mare Seguo la stella popolare Tra silenzio ed elettricità Magnetismo silenzio elettricità Per darsi pace Per farsi luce Requiem Cerco la pace universale Seguo la stella popolare Ma è soltanto la copia della realtà E' soltanto la copia della realtà Sposto il mio letto in riva al mare Seguo la stella popolare Tra silenzio ed elettricità Magnetismo silenzio elettricità Per farsi luce Per darsi pace Requiem
23.
03:43
Quando ero giovane e candido dentro Mia nonna diceva “le stelle che vedi lo sanno bene il tormento di un’anima in pena Che basta saperle osservare” Collezionista di impronte di esseri umani Ho deciso di farla finita Non mi ricordo il motivo per cui sono vivo E che cosa mi ha spinto a viaggiare Pensare in riva al mare E perdo tempo devo fare in fretta E' ancora notte fonda Mi concentro E quando sono in viaggio Sono extraforte Un desiderio tradito dal forte bagliore Di un lampo geniale impazzito Se tutto il mondo ci crede vuol dire che e’ vero Il futuro ha un erede ed io sono sincero Pensare in riva al mare E perdo tempo Devo fare in fretta E' ancora notte fonda Mi concentro E quando sono in viaggio Sono extraforte Pensare in riva al mare Pensare in riva al mare Pensare in riva al mare Tornare verso casa
24.
03:45
Io non so di esistere Cerco di resistere Perdo l’equilibrio ma So che devo insistere Credo l’incredibile Vedo l’invisibile Ho una possibilità e Chiedo l’impossibile Quando si avvicinano Come mi tormentano Quasi mi convincono Le ombre che mi chiamano Finchè sputi l’anima E loro si allontanano in feedback Guardali i tuoi simili Come si comportano Credono di aver ragione Solo se si offendono Nella solitudine Io sarò l’incudine Preferisco il caos del cielo a questa moltitudine Non so quanti siano ma Gli astri che ora brillano Sono più degli uomini E i loro dei che strillano Nel silenzio che ora c’è Un dio non è credibile per me God is unbelievable!
25.
04:40
Ad occhi chiusi prendo il sole Mi sembra il solo che capisca Il mio profondo desiderio La voglia di morire non sul serio Se questo mondo e’ il mondo vero Dal vero sembra molto strano Credevi di essere felice Ma la felicità e’ una malattia E non guarisci più Ci giri solo intorno Il cane con la coda E perdi tutto al gioco Ma tutto che cos’e’ E poi quale era il gioco Mi accontentavo di niente Che scherzi sono questi C’era una volta un re Un re per arrabbiarsi Che raccontava le favole E poi andava a puttane Piano piano Ad occhi chiusi prendo il sole Mi sembra il solo che capisca Il mio profondo desiderio La voglia di morire non sul serio Se questo mondo e’ il mondo vero Dal vero sembra molto strano Credevi di essere felice Ma la felicità e’ una malattia Ed io la scaccerò E senza respirare Non mi faro’ trovare Mi faro’ gioco di lei C’era una volta un re Un re per arrabbiarsi Che raccontava le favole E poi andava a puttane
26.
27.
Cosa ti spaventa se ti tolgono i vestiti e non hai niente Dietro cui nasconderti Dopo due secondi appena puoi sentirti un altro e la tua scena Nudo puoi goderti Sono egocentrifugo Ma non sono il vostro caso clinico Sono un dinosauro eh! Ma non mi sono mai estinto Cosa non mi diverte è che sei pronto a rinnegare nel terrore Le migliori idee che hai Storia e scienza fanno luce ma purtroppo l’evidenza dice L’uomo non impara mai Sono egocentrifugo Ma non sono il vostro caso clinico Sono un dinosauro eh! Ma non mi sono mai estinto Che splendida creatura ha gli occhi di sua madre Vi prego distruggetela con cura è fragile Cosa ti riserva questo tempo senz’amore Se non riesci a lacrimare sangue Cosa ti rimane quando sfondi la grancassa E il cuore esplode Sono egocentrifugo Ma non sono il vostro caso clinico Sono un dinosauro eh! Ma non mi sono mai estinto Che splendida creatura ha gli occhi di sua madre Vi prego distruggetela con cura è fragile E’ bella più di un sogno e brilla come il sole Vi scrivo tutto ciò di cui ha bisogno è facile
28.
04:38
Una mano con tutto l’universo dentro Io da bambino La notte del mio compleanno Che scatena le tempeste Disordini affettivi I segni di un inverno senza fine Ieri mi sono apparso in un sogno Aurora Vedi cosa ci lascia un vaggio Cosa ci porta via Le luci del nord Oh Luce del nord La terra è piatta Il cielo è una cupola e le stelle sono fori E briciole di luce siamo noi In questo colapasta Cerchiamo una risposta Divisi tra stregoneria e folklore Ieri mi sono apparso in un sogno Aurora Vedi cosa ci lascia un vaggio Cosa ci porta via Le luci del nord Oh Luce del nord E verso sera pareli luminosi sulla strada di casa mi chiedono di chiedermi perché E inseguo le Valkirie trai bolidi nel cielo Cavalcano le aurore boreali Ieri mi sono apparso in un sogno Aurora Vedi cosa ci lascia un vaggio Cosa ci porta via Le luci del nord Oh Luce del nord
29.
03:29
Figure oscure affollano Le strade dei pensieri Spero di riuscire ad arrivare in tempo Per il volo controsenso Non esiste alcun divieto Attenzione alle intemperie del passato Simulare un atterraggio Andare via da qui Seppellire chi ti ha ridotto in schiavitù Ho visto cose qui dell’altro mondo Distese sopra un letto di cartone Alzati! Improvvisamente la regina è maggiorenne Hai una sigaretta ho freddo Lo sai la notte è lunga A che ora finisce La notte a che ora finisce E dove finisce Alzati! Simulare un atterraggio Andare via da qui Seppellire chi ti ha ridotto in schiavitù Ho visto cose qui dell’altro mondo Distese sopra un letto di cartone Ho visto cose qui dell’altro mondo
30.
04:05
Quante cose hai E non hai niente Se non puoi avere più tempo E scarpe comode per i tuoi viaggi Lunghi o no E quante scatole chiuse Ma é una storia di molto tempo fa Non distraetelo perchè E' via per imparare E se riuscirà sarà salvo Perché con se non porterà Nessuna collezione di buone idee E vostri modi Lunghi corridoi Muri bianchi Impariamo a non fare niente Fuori ridono di te Oh! qui no Noi qui no Siamo come tu ci vuoi Gente inoqua Lunghi corridoi E se qualcuno cercherà Di spingerti nel vuoto io Io sarò l’ascensore Indisturbato scruterò Le scie di un mondo obliquo in cui Credere non è serio E’ una scatola Puoi entrarci Soprammobile superfluo Dentro ti ci perderai Dove sei ora che sei pieno di luce tua Ma senza finestre Chi ti ritroverà Chi?

about

30 Tracks!!!
A collection of some of the best songs by Tenedle from
Luminal 2005, Alter 2007, Grancassa 2010, Vulcano 2014 and the theatre productions + 2 previous unreleased tracks.
Remixed, Re-recorded. Remastered.
Featuring: Bert Lochs (Trumpet), Faith Salerno (Vocals), Marydim (Vocals), Silvia Vavolo (Vocals), Rocco Brunori (Trumpet), Vanessa Tagliabue Yorke (Vocals).

Sussurround Live & Records
www.tenedle.com

credits

released January 4, 2019

Music & Lyrics by Tenedle
Produced by Tenedle
Featuring:
Bert Lochs
Faith Salerno
Marydim
Silvia Vavolo
Rocco Brunori
Vanessa Tagliabue Yorke.

Sussurround Live & Records
www.tenedle.com

license

all rights reserved

tags

about

Tenedle Amsterdam

TNDL is a composer songwriter producer performer born in Florence Italy living in The Netherlands.
Distinguished by a mix of songwriting, electronic music, themes from the imaginary Tenedle’s projects have led the press to call him a visionary songwriter and his songs described as small films.
T is contemporary independent artist and his music a personal universe. find more atwww.tenedle.com
... more

contact / help

Contact Tenedle

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Report this album or account